logo di stampa italiano
 

Gent.mo Gruppo Hera, volevo conoscere il parere del Gruppo Hera circa la paventata possibilità di unificazione del TIC e del TICA in un unico testo integrato ed eventualmente i vantaggi e le criticità di tale prospettiva.

Gent.mo utente,

ci scusiamo per il ritardo con cui rispondiamo alla sua domanda, ma il tempo è stato necessario per avere le informazioni da parte del nostro esperto in affari regolamentari. Il nostro esperto, dott. Giovanni Taglialatela, afferma che:

“Ogni semplificazione è benvenuta e l’applicazione di un unico testo integrato non pone particolari difficoltà operative. HERA vede con favore ogni passo in direzione di una regolazione integrata per oggetti omogenei; spetta all’AEEG la valutazione sull’opportunità di redigere un testo unico in relazione all’effettiva sovrapposizione tra connessioni attive e passive (se dovesse emergere, ad esempio, che la grande maggioranza degli utenti si allaccia alla rete attivamente e passivamente con la medesima connessione ha senso regolare in un unico testo; vale ovviamente il contrario se non c’è evidenza significativa a favore della regolazione unica). I vantaggi sono legati all’omogeneità dei principi ed alla semplicità di consultazione/applicazione della normativa; una criticità emergerebbe laddove l’unificazione dovesse comportare la riscrittura di norme di recente introduzione (stabilità e coerenza nel tempo della regolazione sono necessarie sia per le imprese sia per i clienti)”.

 
Facci una domanda