logo di stampa italiano
 
Sei in: Analisi per Area d'Affari » Area Ciclo Idrico Integrato

Analisi delle attività relative all'Area Ciclo Idrico Integrato

Il Gruppo attualmente opera nella gestione del Ciclo Idrico Integrato in oltre 180 comuni con oltre 2,5 milioni di abitanti, con una copertura praticamente completa del territorio di riferimento.

Hera è attiva in sette ATO coincidenti con le Province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini, Modena, Bologna e Pesaro-Urbino.

In tutti gli Ambiti citati sono state attivate le convenzioni che regolano il Servizio Idrico Integrato e che garantiscono al Gruppo, oltre al prolungamento delle concessioni in media fino al 2022, la garanzia di giungere nei prossimi anni alla prevista remunerazione del capitale investito.

Nell’esercizio 2008 l’area del Ciclo Idrico Integrato evidenzia un miglioramento dei propri risultati rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente:

(mln/€)31-dic-0731-dic-08Var. Ass.Var. %
Margine operativo lordo area118,5130,2+11,8+9,9%
Margine operativo lordo gruppo453,4528,3+74,9+16,5%
Peso percentuale26,1%24,6%-1,5 p.p. 

Di seguito si propone un’analisi dei risultati della gestione realizzati nell’area:

Conto economico
(mln/€)
31-dic-07Inc.%31-dic-08Inc%Var. Ass.Var. %
Ricavi407,6 459,0 +51,4+12,6%
Costi operativi(342,0)-83,9%(359,0)-78,2%+17,0+5,0%
Costi del personale(89,8)-22,0%(100,8)-22,0%+11,0+12,2%
Costi capitalizzati142,735,0%131,028,5%-11,7-8,2%
Margine operativo lordo118,529,1%130,228,4%+11,7+9,8%
 

I ricavi sono in crescita del 12,6% rispetto al 2007, mostrando un andamento in linea con le attese. L’aumento del volume d’affari è legato principalmente all’estensione del perimetro alle aree di Sassuolo e Urbino ed agli aumenti tariffari previsti: tali effetti sono stati parzialmente influenzati da una contrazione dei consumi pro capite stimabile nell’ordine dell’1/1,5%.

L’aumento dei costi operativi è limitato a 17,0 milioni di euro, con un’incidenza sui ricavi che passa dall’84% del 2007 al 78% del 2008, nonostante l’anno precedente risentisse favorevolmente del minor costo per l’acquisto di acqua da società terze causato dall’andamento climatico particolarmente siccitoso e il 2008 sconti l’effetto negativo dell’aumento delle tariffe medie di acquisto dell’energia elettrica utilizzata negli impianti.

L’incremento riscontrato e’ limitato all’estensione del perimetro di attività, va inoltre segnalato che il 2008 ha registrato un calo anche dei lavori conto terzi soprattutto nell’ultima parte dell’anno, in linea con il rallentamento delle attività immobiliari connesse alla crisi economica. 

L’andamento dei risultati dell’esercizio 2008 si conferma lineare rispetto alle precedenti chiusure trimestrali, sebbene la crescita si sia attenuata nel secondo semestre per effetto delle considerazioni sopra esposte.

Il Margine Operativo Lordo dell’area, al termine del 2008, aumenta di 11,7 milioni di euro, passando dai 118,5 del 2007 ai 130,2 milioni di euro dell’anno appena concluso (+9,8%).

La tabella seguente riproduce i principali indicatori quantitativi dell’area del Ciclo Idrico:

Dati quantitativi31-dic-0731-dic-08Var. Ass.Var. %
Numero utenti (unità in migliaia) 1.015,0 1.153,9 +138,9 +13,7%
Volumi venduti (milioni di metri cubi)        
Acquedotto 247,1 257,0 +9,9 +4,0%
Fognatura 216,0 224,4 +8,4 +3,9%
Depurazione 216,2 224,3 +8,1 +3,8%
 

Va evidenziato che l’aumento degli utenti è legato all’estensione del perimetro,  mentre i volumi crescono in misura meno che proporzionale per effetto di una contrazione dei consumi già evidenziata.

 
Approfondisci questo argomento sul nostro sito
Facci una domanda